martedì marzo 19th 2019

Interesting Sites

Insider

Archives

Vergogna 2.0

Jean-Louis Pierre Tauran è il Cardinale che ha annunciato al Mondo il nome del nuovo Papa. Era palpabile la sofferenza e la difficoltà con cui recitava i versi, dovute alla malattia del morbo di Parkinson. La sua volontà e la sua preparazione gli hanno permesso però di recitare perfettamente senza errori i versi in latino, recitati in modo fluido.
Su Facebook sono nate alcune pagine (una addirittura arrivata a quasi 50mila sostenitori-imbecilli) che prendono vergognosamente in giro il Cardinale per le modalità con cui ha recitato i versi.
Disgusto, nausea, disprezzo: sono solo alcuni aggettivi che vengono alla mente pensando a questi individui, i quali dileggiano una persona malata, senza avere alcun rispetto per la sofferenza, per coloro che sono in situazione di grave difficoltà fisica.
Questo modo di operare da dementi è da censurare: andrebbero presi provvedimenti immediati senza avere alcuna clemenza.
Non la galera per questi farabutti, ma obbligo di volontariato proprio nel campo in cui questi si sono tanto divertiti a prenderne in giro gli infermi: stare accanto ai malati di Parkinson, vivere con loro le sofferenze e le difficoltà di ogni giorno, capire coi propri occhi e con l’esperienza diretta il dolore di queste persone, alle prese con una malattia degenerativa, che peggiora di giorno in giorno, senza possibilità al momento di cure che possano eliminare il morbo in modo definitivo.
Vergogna, sulle malattie delle persone non si scherza mai!

Lunedì 18 Marzo 2013

Luca Marsi
Sociologo