domenica gennaio 20th 2019

Interesting Sites

Insider

Archives

Campagne informative fondamentali

E’ possibile vedere in questi giorni (così come da alcuni mesi a questa parte) uno spot in televisione avente come testimonial Raul Bova sull’uso del contraccettivo per combattere la diffusione dell’Hiv.
Nella parte finale dello spot si può vedere in bella evidenza il logo del Ministero della Sanità, a testimonianza del fatto che tale campagna è stata direttamente patrocinata dal Ministero: ciò non può fare che piacere.
Il tema della diffusione delle malattie sessualmente trasmissibili è quanto mai attuale, considerando il numero sempre maggiore di persone contagiate, specie tra i giovani ed i giovanissimi.
Dopo campagne di sensibilizzazione massicce nel corso della fine degli anni ’80 ed inizio ’90, è andata progressivamente affievolendosi l’attenzione su questo tema: ma proprio quando l’interesse inizia a scemare, il virus torna ad espandersi in tutta la sua potenza.
Partendo da questa considerazione, va fatta una riflessione seria: le campagne sulle buone abitudini, per non incappare in alcun contagio, devono essere costanti nel tempo affinché siano ben impresse nella mente delle persone che devono tenere sempre ben presenti i pericoli che possono derivare dal mancato uso dei contraccettivi.
Oltre a ciò, lo Stato può rendersi protagonista anche in un’altra maniera: distribuendo gratuitamente, o a prezzo assai ridotto, i preservativi, specie agli adolescenti, che, non avendo grosse entrate, se non quelle derivate dalle “paghette” dei genitori” non se li possono permettere. E proprio questo è una delle motivazioni per cui non viene usato: il costo eccessivo che questi prodotti hanno. Dunque, per poter permettere a coloro che vorrebbero usarli ma non se lo possono permettere, lo Stato dovrebbe fornirli senza alcuna spesa da parte dei fruitori, pubblicizzando adeguatamente tale attività di distribuzione.
Fare l’amore è una cosa meravigliosa, e permette, specie in momenti di crisi e difficoltà come quello attuale, di allontanare la mente e l’ attenzione verso il presente, per dedicare ad essi stessi ed al partner quei momenti di dolcezza e di intimità necessari agli essere umani per vivere bene, per vivere meglio.

Mercoledì 6 Marzo 2013

Luca Marsi